Fondazione San Michele Arcangelo è un’Opera, ovvero una realtà strutturata e gestita secondo logiche d’impresa ma senza scopo di lucro, bensì con scopi di utilità sociale, verso i quali sono reindirizzati gli eventuali avanzi di gestione. Nata oltre 25 anni fa a Bergamo, rappresenta il punto di sintesi di un gruppo di Opere che hanno a cuore l’Educazione, la Formazione, il Lavoro, la Ricerca e la Sostenibilità.

Fondazione San Michele Arcangelo, socio fondatore di tutte le Opere del gruppo, è garante dello scopo e del metodo. Inoltre, provvede a nominare gli organi statutari di ciascuna e ne presidia l’indirizzo, il controllo e la gestione.

Avete una grande responsabilità dal punto di vista umano, perché siete in tanti a lavorare lì, e davanti alla Madre Chiesa, perché voi collaborate a generare l’humanum vero. Avete il compito di tradurre in paradigmi educativi l’ispirazione cristiana. È necessario avere una antropologia adeguata, una adeguata visione della persona umana che poi genera processi educativi. Il primo passo l’avete fatto, avete consapevolezza che questo è il problema di fondo. E poi avete una vigilanza. Sono molto contento di avervi conosciuto.
Qui c’è il Signore.
Qui c’è il futuro.
Andate avanti.
È necessario un impegno fortissimo nell’educazione, altrimenti non c’è futuro.

S.E. Card. Carlo Caffarra, a Daniele Nembrini

ARTICOLO 2

La formulazione più sintetica e consapevole della natura, dello scopo e delle direzioni di lavoro della Fondazione San Michele Arcangelo si trova nell’articolo 2 del suo Statuto. Ci sembra perciò importante riportarlo integralmente.

LEGGI

IL FONDATORE

“Figlio d’arte”, come ama definirsi (il padre aveva avviato negli anni Cinquanta una scuola-bottega), Daniele Nembrini si occupa di formazione professionale dalla fine degli anni Novanta. È sposato e padre di tre figli.

LEGGI

L’IDENTITÀ DELL’OPERA

Le Opere della Fondazione San Michele Arcangelo, di matrice cattolica, non nascono, paradossalmente, per rispondere al bisogno di altri, ma innanzitutto al nostro: al bisogno di un significato che tutti abbiamo. E così cerchiamo, come possiamo, di rispondere anche al bisogno di altri – che riconosciamo, al fondo, identico al nostro.

LEGGI

VIDEO GALLERY